Capita spesso che sotto le nostre attrezzature da cucina, soprattutto padelle, pentole e pentole, si formi una crosta nera. Ciò accade soprattutto quando li utilizziamo da un po’. Ma succede anche che utensili nuovi di zecca vengano danneggiati dopo che un piatto è traboccato. Ecco 6 consigli per imparare a pulirli correttamente senza rovinarli.

Particolarmente difficili da pulire, i fondi di padelle, pentole o pentole possono trasformarsi in una vera sfida in cucina. Ma spesso dimentichiamo il retro di questi utensili, a diretto contatto con il calore o le fiamme. Fortunatamente, ci sono modi semplici ed efficaci per rimediare a questo. La dimostrazione in 6.

1. Aceto e sale

Alleati per eccellenza per i molteplici usi domestici, l’aceto e il sale sono ingredienti ineguagliabili in cucina. Il primo agisce in profondità per sgrassare mentre il secondo ha proprietà abrasive per rimuovere i residui .

Per sfruttare i loro benefici e trovare padelle nuove di zecca, copri il retro del contenitore con sale e spruzzaci sopra l’aceto bianco. Lasciare agire per dieci minuti, quindi strofinare accuratamente con una spugnetta. Un tandem shock per eliminare le antiestetiche croste!

2. Limone

Utile per combattere i cattivi odori in cucina, il limone è un agrume dai molteplici benefici, soprattutto in termini di pulizia. Per pulire il retro annerito delle pentole e degli altri contenitori, tagliali a metà e usa la pelle per strofinare le macchie incrostate. Grazie alle sue proprietà acide, gli agrumi elimineranno i residui grassi in pochissimo tempo . Tutto quello che devi fare è strofinare con una spugna e poi risciacquare. Piccolo bonus: il limone si rivela un ottimo disinfettante!

3. Ketchup

È un insolito ingrediente domestico che spesso associamo a deliziose patatine fritte croccanti . Ma il ketchup non è solo un contorno! Questa salsa di pomodoro può aiutarvi in ​​cucina grazie alla sua acidità. Come usarlo ? Distribuisci uno strato generoso di ketchup sul fondo della padella o di un altro utensile bruciato e lascialo riposare per mezz’ora. Successivamente strofinare con una spugna abrasiva per rimuovere lo sporco incrostato. Questa punta è particolarmente efficace per contenitori in ottone o rame.

4. Acido citrico

Veloce, facile e pratico, questo suggerimento può farti risparmiare molto tempo. Per fare questo, cospargere il retro della padella, pentola o casseruola con il prodotto. Lasciare agire l’effetto per una decina di minuti quindi utilizzare una spugnetta per rimuovere i residui. Tutto quello che devi fare è risciacquare.

5. Bicarbonato di sodio

Utilizzato in bellezza, in cucina e anche per combattere i problemi di acidità, il bicarbonato di sodio è un vero e proprio coltellino svizzero naturale. Per sfruttare i suoi benefici e far tornare le vostre padelle come nuove, mescolate 2 cucchiai di questo ingrediente con un po’ d’acqua fino ad ottenere una consistenza pastosa. Spalmatelo sul retro dell’utensile e lasciate agire per 20 minuti . Quindi prendi una spugna e strofina per rimuovere lo sporco. Le proprietà abrasive del bicarbonato di sodio aiuteranno a rimuovere anche i residui più ostinati!

6. Lievito in polvere

Come il ketchup, il lievito non è il primo ingrediente che viene in mente per pulire una padella bruciata. Ma si scopre che questo alleato dei nostri dolci presenta vantaggi sorprendenti per eliminare macchie e residui. Per trarne beneficio, cospargete il lievito sul retro dell’utensile e lasciate agire per 15 minuti. Successivamente strofinare con una spugna e risciacquare. Il risultato non mancherà di stupirvi!

Copy