Quando si cucina è sempre meglio avere un ambiente pulito e sano. Per fare questo è fondamentale pulire i pavimenti, le pentole, i padelle, il frigorifero ma anche le varie piastre di cottura. Le piastre di cottura in vetroceramica, a induzione, a gas o elettriche devono essere manutenute regolarmente. In questo articolo vi diamo alcuni consigli per la pulizia dei piani cottura elettrici.

Le piastre di cottura possono essere esposte a tracce di grasso bruciato e schizzi di cibo. Per rimuovere una macchia ostinata e prevenire la comparsa della ruggine, scopri come pulire le piastre in ghisa.

Piano cottura elettrico - fonte: spm

Consigli per pulire un piano cottura elettrico

I piani cottura possono presentare sporco, ruggine, schizzi d’olio e altro sporco. Per pulirli potete utilizzare prodotti naturali.

  1. Sporco bruciato sulle piastre di cottura

Innanzitutto è consigliabile bruciare lo sporco per ammorbidirlo e favorirne l’eliminazione. A tale scopo, riscaldare la teglia vuota ad alta temperatura, quindi lasciarla raffreddare per alcuni minuti. Successivamente utilizzare un panno o carta assorbente per rimuovere lo sporco.

  1. Rimozione macchie dalle piastre di cottura

La ghisa trattiene grassi e liquidi, rendendo i piani cottura elettrici particolarmente difficili da pulire. Si consiglia comunque di pulire quotidianamente le piastre. Inoltre, puoi usare un raschietto elettrico o il retro di una spugna per rimuovere le macchie. Alcuni prodotti ecologici facilitano la rimozione delle macchie:

Pulizia della piastra di una scatola elettrica - fonte: spm
  • Detersivo per piatti

Il detersivo per piatti ha molti usi insospettabili. Smacchiatore e detergente, rimuove le macchie più ostinate, lucida varie superfici e sgrassa gli elettrodomestici. Per rimuovere le macchie dal piano cottura, versare qualche goccia di detersivo per piatti e strofinare con una spugna.

  • aceto bianco

L’aceto bianco è essenziale per la pulizia ecologica. Per eliminare i cattivi odori, smacchiare e disinfettare varie superfici, questo prodotto è formidabile. Per pulire un piano cottura in ghisa, passate una spugna imbevuta di aceto bianco su tutta la superficie e lasciate agire per 20 minuti. Utilizzare una spugna per strofinare e rimuovere le macchie, quindi pulire la piastra di cottura con un panno asciutto.

Pulisci il piano cottura con aceto bianco - fonte: spm
  1. Rimozione della ruggine dalle piastre di cottura

I piani cottura in ghisa arrugginiscono molto facilmente. Per eliminare le tracce di ruggine, versate il succo di lime sulle piastre in ghisa e lasciate agire per 15 minuti. Quindi utilizzare una spugna per strofinare e rimuovere eventuali segni di ruggine.

  1. Previene i segni di ruggine sulle piastre di cottura

Per evitare tracce di ruggine, è sufficiente pulire regolarmente le piastre di cottura con un dischetto di cotone imbevuto con qualche goccia di olio vegetale. Non dimenticate di eliminare l’olio in eccesso utilizzando carta assorbente.

Si prega di notare che non è consigliabile pulire le piastre di cottura in ceramica con bicarbonato di sodio. Quest’ultimo è un prodotto abrasivo che potrebbe graffiare la superficie oltre a lasciare una leggera pellicola bianca difficile da rimuovere.

Con questi consigli i vostri piatti in ceramica saranno ben mantenuti e manterranno la loro lucentezza a lungo.

Copy