Press ESC to close

È davvero più economico lasciare il riscaldamento acceso tutto il giorno?

Che tu viva in un appartamento o in una grande casa, l’acquisto di nuove apparecchiature elettriche di solito significa bollette energetiche più elevate. Per rimediare è sufficiente adottare quotidianamente questo semplice gesto. Tenendolo costantemente presente, puoi risparmiare notevolmente sulla tua prossima bolletta elettrica. Ti diciamo tutto.

L’elettricità è la principale voce di spesa delle famiglie francesi. Il solo riscaldamento rappresenta il 27,6% dei consumi di una famiglia, secondo i dati pubblicati da Ademe nel 2019. Gli elettrodomestici del freddo tra cui frigorifero e congelatore e le lavatrici raggiungono il 18,5%, lo stesso per piccoli elettrodomestici, acqua calda e multimedia che sono approssimativamente allo stesso livello. È quindi fondamentale indirizzare prioritariamente queste voci di spesa per adottare alcune azioni che consentano il risparmio energetico.

Quali azioni prioritarie dovresti intraprendere per risparmiare sulla bolletta energetica?

Esiste una soluzione particolare per ridurre il consumo energetico. In effetti, questo semplice riflesso potrebbe ridurre la bolletta energetica.

  • Lasciare il riscaldamento acceso tutto il giorno può ridurre la bolletta elettrica

Costo del riscaldamento

Come avrete capito, il riscaldamento è la principale fonte di consumo energetico. Per ridurne i costi, questo dispositivo dovrebbe essere utilizzato in modo appropriato. Innanzitutto evitare di surriscaldare gli ambienti della casa impostando il riscaldamento ad una temperatura compresa tra 16°C e 19°C.  Abbassare di un grado la temperatura in casa riduce quindi i consumi del 7%.  Inoltre, non è necessario spegnere il riscaldamento quando si esce di casa. Riaccenderlo la sera al tuo rientro consumerà più energia che averlo lasciato acceso tutto il giorno. Naturalmente questa misura comporterà un notevole risparmio sulla bolletta elettrica.

Altri consigli intelligenti per ridurre la bolletta elettrica a fine mese

Oltre all’utilizzo ottimale del riscaldamento, si possono intraprendere altre azioni utili per limitare i consumi energetici. Ridurranno significativamente la bolletta elettrica alla fine del mese. Ecco alcuni esempi.

  • Spegnere i dispositivi in ​​standby aiuta a ridurre le bollette elettriche

Spina staccata

Molti dispositivi,  tra cui computer, televisione, internet box e stampante, rimangono inutilmente in stand-by.  Spegnendoli completamente, secondo Ademe, il consumo di elettricità potrebbe essere ridotto del 10%.  Questo utile gesto prolungherà anche la vita di questa attrezzatura. È opportuno quindi spegnere tutti i dispositivi non in uso, principalmente le apparecchiature informatiche, gli elettrodomestici per cucinare nonché i piccoli elettrodomestici, come la caffettiera. Gli elettrodomestici per il lavaggio, come la lavatrice o la lavastoviglie, possono rimanere collegati per rilevare eventuali perdite d’acqua.

  • L’uso della lavatrice riduce in modo economico le bollette dell’acqua e dell’elettricità

L’altro consiglio è utilizzare la modalità “Eco” sulla lavatrice. Questo programma ti consente di risparmiare contemporaneamente acqua ed elettricità. Attivando questo pulsante l’acqua verrà riscaldata di meno, quindi verrà consumata meno energia durante il lavaggio. Questa funzione è ora disponibile con il nome “Eco 40-60”, sui modelli più recenti.  Si consiglia inoltre di non sovraccaricare il cestello della lavatrice.  Se il tuo elettrodomestico è dotato di asciugatrice incorporata, evita di optare sistematicamente per questa soluzione dopo ogni lavaggio. Scegli invece la centrifuga rapida e l’asciugatura al sole.

  • Cucinare diversamente aiuta anche a limitare la bolletta della luce

Cucinare un piatto

È possibile abbassare la bolletta della luce adottando alcuni accorgimenti in cucina.  Ad esempio,  coprendo pentole e padelle durante la cottura, il contenuto si riscalda più velocemente e si può consumare fino al 25% in meno di energia elettrica, sempre secondo le indicazioni di Ademe.  In questo modo l’utilizzo del piano cottura non inciderà molto sulla bolletta di fine mese. Inoltre la pentola a pressione e il forno ventilato sono gli apparecchi che consumano meno energia per cucinare le pietanze.

Ecco come le azioni quotidiane ti aiuteranno a risparmiare sulla bolletta elettrica. Considera anche di ridurre l’illuminazione della casa, abituandoti a spegnere le luci quando esci dalla stanza e scegliendo lampadine a LED che consumano meno energia.

Come risparmiare sul riscaldamento?

Quale metodo di riscaldamento scegliere
Copy