Press ESC to close

Decalcificare il wc: 3 consigli per eliminare il calcare

Quando si tratta di pulire, l’accumulo di calcare sulle pareti del WC può essere scoraggiante… Del resto, chi trarrà piacere dal passare il tempo a strofinare il WC? Anche se i depositi di calcare possono essere scoraggianti, ci sono consigli pratici per rimuoverlo. Le nostre soluzioni sono tue!

Per porre fine alla proliferazione di batteri e germi nei vostri WC, è importante possedere già una mentalità vincente:  la pulizia regolare!  Ma se hai a che fare con problemi legati ai depositi di calcare, beh… grandi sforzi richiedono grandi misure. E no, non si tratta di ricorrere a prodotti chimici quando la soluzione è a portata di mano con ingredienti naturali… Vi mostriamo metodi ecologici che vi permettono di decalcificare i vostri WC senza ricorrere a metodi aggressivi. E niente candeggina che dura!

Come decalcificare il WC? 

Sciacquone 

Se non è sempre facile trattare i WC incrostati è perché il calcare  ha avuto il tempo di accumularsi nel WC a causa della durezza dell’acqua.  Con questi consigli affrontate di petto il problema per sciogliere il tartaro senza troppe difficoltà.

1.  Acido citrico e bicarbonato di sodio

In realtà esiste un ottimo modo per affrontare le antiestetiche macchie marroni nel water senza dover strofinare. La soluzione casalinga consiste nello sfruttare le proprietà dell’acido citrico e il potere naturalmente abrasivo del bicarbonato. Per preparare questa polvere detergente per WC, ecco i passaggi da seguire:

  1. Mescola 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e 1 cucchiaio di acido citrico in una ciotola
  2. Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di melaleuca
  3. Mescolare nuovamente quindi versare la soluzione all’interno della ciotola
  4. Lasciare in posa da 20 minuti a 1 ora
  5. Tira lo sciacquone. Le macchie di calcare dovrebbero essere scomparse.

Con bicarbonato di sodio e acido citrico come ingrediente principale della ricetta anticalcare, potrai decalcificare il tuo WC senza fatica! La ciliegina sulla torta è che la tua toilette beneficerà del gradevole odore e del potere antibatterico dell’olio essenziale di melaleuca!

2. Aceto bianco per pulire i bagni

È difficile non notare questo prodotto essenziale per la pulizia che dimostra la sua efficacia in diverse attività domestiche. E la decalcificazione del WC non fa eccezione! Se avete un sottile strato di calcare, basta aceto bianco per scioglierlo e allo stesso tempo disinfettare le pareti interessate. Vedrai, la soluzione è facile come l’altra. L’unica differenza è che strofinerai comunque un po’. Ma non abbastanza per costruire comunque muscoli!

  1. Diluire 1 parte di aceto bianco in 2 parti di acqua calda
  2. Versa la soluzione di aceto in un flacone spray
  3. Spruzzare la soluzione direttamente sulle pareti della ciotola
  4. Lasciare in posa dalle 2 alle 3 ore
  5. Strofina delicatamente le pareti con una spugna o  uno scopino .
  6. Tirare lo sciacquone e, se necessario, ripetere l’operazione.

Anche in questo caso potete sfruttare il potere deodorante del bicarbonato nel caso in cui avvertite odori sgradevoli. Sebbene l’aceto bianco svolga già questo ruolo, il bicarbonato di sodio può essere un’aggiunta complementare che garantisce una ciotola completamente priva di odori sgradevoli.  Basta cospargere il bicarbonato sulle zone colpite dal tartaro e poi lasciarlo riposare tutto il giorno.  Una volta tirato lo sciacquone il risultato dovrebbe essere buono.

Vale anche la pena sottolineare che potrebbe essere più semplice applicare questi suggerimenti se si svuota prima l’acqua dalla ciotola. In questo modo  gli ingredienti avranno più effetto.

3. Carta il lontano

Carta il lontano 

Anche se le soluzioni già menzionate potrebbero essere sufficienti per rimuovere il calcare, potrebbe essere necessario fare un piccolo sforzo in più se il WC è molto incrostato. Ma ancora una volta, non devi impegnarti come un combattente.  Affidatevi alla carta vetrata e ad un po’ di parsimonia da parte vostra e in pochi minuti avrete rimosso il calcare ostinato. Ecco come farlo:

  1. Scegliere il livello di ruvidità della carta vetrata in base alla durezza del deposito di calcare.
  2. Raschiare delicatamente l’accumulo di calcare utilizzando la carta vetrata leggera
  3. Una volta rimosso il deposito superficiale, puoi passare alla carta vetrata ruvida per rimuovere eventuali incrostazioni rimanenti
  4. Tira lo sciacquone
  5. Applica il trucco dell’aceto bianco o quello dell’acido citrico/bicarbonato di sodio.

Attraverso questi suggerimenti vedrai che il vero principio si basa soprattutto su uno stato d’animo metodico. E il più importante? Un programma di pulizia regolare per evitare che il calcare si accumuli in qualsiasi momento sulle pareti del tuo WC! Dopotutto è tutta una questione di atteggiamento pulito.

Copy