Press ESC to close

Come togliere la muffa in bagno?

Stanco di vedere peggiorare le condizioni del tuo bagno a causa di umidità e muffe? Le giunture del soffitto e delle piastrelle del pavimento sono completamente nere? Ti mostriamo come superare questo problema una volta per tutte!

Come togliere la muffa dal soffitto del bagno?

Muffa sul soffitto del bagno

Eh sì! Più tempo passi sotto la doccia canticchiando o cercando argomenti vincenti per dibattiti del passato, più umido è il tuo bagno e più la muffa diventa confortevole e prospera in un ambiente ad essa più favorevole. Ed il soffitto, sotto l’effetto della condensa dell’acqua, è la parte più colpita da questo fenomeno!

1. Bicarbonato di sodio

Che le macchie di muffa sul soffitto siano nere, marroni, grigie o marroni, il bicarbonato di sodio è l’ideale per pulirle. Basta spruzzare una miscela di aceto bianco e bicarbonato di sodio sulla zona ammuffita, lasciare agire per un giorno, quindi strofinare energicamente con una spazzola. Per i soffitti in cartongesso, invece, dovrete cospargere il bicarbonato su un panno umido. E abracadabra! Questo è tutto !

Bicarbonato di sodio

2. Candeggina

Mescola candeggina e acqua, spruzza direttamente sulle macchie, strofina con una spazzola o un panno e lascia spazio per un soffitto bello e pulito! Questa tecnica drastica è purtroppo possibile solo su un soffitto con vernice lavabile ed è consigliabile effettuare prima una prova su una piccola area per essere sicuri di non danneggiare nulla.

3. Chiama un professionista

Non sempre la muffa sul soffitto è causata dalla condensa legata all’utilizzo del bagno. Anche le perdite dal tetto e le perdite d’acqua nascoste possono essere responsabili della comparsa di muffa sul soffitto del bagno. In questi casi è necessario l’intervento di un professionista! Quest’ultimo risolverà il problema e allo stesso tempo eliminerà la muffa.

Come rimuovere le macchie nere dalla malta delle piastrelle del bagno?

Vedi quella trama nera che si forma sulle giunture delle piastrelle del bagno? Sì, sì, quello che ti fa smorfia di disgusto se ci pensi! Questa cosa, a dir poco disgustosa, è dovuta all’accumulo di funghi microscopici. In altre parole, muffe che vanno rimosse il più velocemente possibile, perché provocano allergie e problemi respiratori!

Usa una candela

Una candela

La cera protegge dall’umidità eccessiva e dalle muffe! Quindi pulisci le articolazioni, preferibilmente con bicarbonato di sodio.

Come fare ?

  1. Formare una pasta mescolando 2 cucchiai di questa polvere con un po’ d’acqua;
  2. Strofina le zone colpite dalla muffa.
  3. Una volta asciutto, strofinare le superfici con una semplice candela bianca;
  4. Questo basterà a farli splendere e mantenerli puliti per almeno un mese.

La cera è utile anche per prevenire la formazione di calcare sui rubinetti. Quest’ultimo, infatti, funge da strato protettivo contro l’umidità. Quindi non esitate a strofinare i vostri rubinetti con una candela per proteggerli e ripristinarne l’antico splendore.

Come togliere la muffa sotto la doccia?

Oltre al soffitto, le macchie di muffa possono colpire anche altre parti e accessori del vostro bagno come ad esempio la doccia!

Come fare ?

  1. Mescola 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e un po’ di acqua calda fino a formare una pasta;
  2. Applicatelo sulle zone interessate e lasciatelo agire per diverse ore;
  3. Spruzzare poi l’aceto bianco sulle macchie;
  4. Strofinare e poi risciacquare con abbondante acqua.
  5. Asciugare tutto con un asciugamano pulito.

Come prevenire la comparsa della muffa in bagno?

Ventilatore del bagno

Una volta che hai pulito tutto per bene e il tuo bagno sembra nuovo, sarebbe bello mantenerlo comunque così! Per evitare il ritorno della muffa, adottare le seguenti misure preventive:

  • Verificare che la ventola sfoghi all’esterno;
  • Tieni il ventilatore acceso quando fai la doccia, ma anche per qualche minuto dopo;
  • Riduci la durata delle tue docce;
  • Pulire e asciugare regolarmente le superfici bagnate come le pareti della vasca o le finestre della doccia;
  • Optare per un pavimento non imbottito;
  • Cerca perdite d’acqua e riparale se ce ne sono;
  • Mantenere i tubi di scarico in buono stato e sbloccarli se necessario;
  • Apri le finestre e accendi l’estrattore di umidità, se ne hai uno.

In sintesi, l’umidità è l’alleata della muffa che si sviluppa facilmente sommergendo le nostre pareti e i nostri soffitti! Difficile da eliminare, rende brutto il nostro bagno, ma non solo, perché mette a rischio anche la nostra salute! Macchie verdastre qui, macchie brunastre là, tutto ciò non ha importanza! E ciò che desideriamo ancora meno sono mal di testa e problemi respiratori! Allora armiamoci dei consigli sopra citati e combattiamo la muffa che tenta di invadere i nostri bagni!

Copy