Press ESC to close

Come rimuovere le tracce di muffa nera dai WC?

Più che altri ambienti della casa, pulire il bagno è un compito davvero complesso e laborioso. Perché incrostazioni e muffe non sono davvero facili da eliminare. Secondo uno studio di Marco Mendoza Villa, ricercatore della Scuola di Scienze Biologiche dell’Università di Bristol, le superfici del bagno possono contenere almeno 2 tipi di batteri, e in alcune zone anche fino a 8. Spesso sono piuttosto innocui, ma possono anche diventare dannosi e tossici per la salute.

A causa dell’umidità molto presente in questo spazio, le toilette sono il nido di un certo numero di microbi: stafilococchi, streptococchi, micrococchi… per non parlare dell’abbondanza di muffe nere che spesso sono difficili da rimuovere. Ecco perché la pulizia quotidiana dei servizi igienici è fondamentale per evitare che la situazione peggiori.

Lo capiamo, la muffa è una vera piaga che dobbiamo assolutamente debellare. Anche se sul mercato esistono molti prodotti specifici, spesso ci rendiamo conto che non sempre sono così efficaci come vorremmo. Nonostante i nostri migliori sforzi, non sono infallibili e alcune macchie ostinate persistono ancora in varie aree. Per non parlare del fatto che non sono ecologici, contengono sostanze chimiche e sono piuttosto costosi!

Quanto all’alternativa, visto che anche l’alternativa esiste, molte persone preferiscono ancora ricorrere ai famosi rimedi delle nostre nonne, molto più economici e sicuramente più efficaci.

Per eliminare definitivamente la muffa nera, senza troppi sforzi, ti suggeriamo di provare questi piccoli consigli utilizzando ingredienti naturali al 100%!

Cos’è la muffa nera?

Le muffe sono organismi microscopici che vivono su materia vegetale o animale. Si diffondono attraverso l’aria, l’acqua o gli insetti. Ne esistono diversi tipi e la muffa nera è spesso collegata a batteri tossici. Secondo il Dipartimento della Salute dello Stato di New York negli Stati Uniti, questa muffa prospera in condizioni umide. È quindi importante evitare che si formi, poiché può provocare allergie e irritazioni a seconda della sensibilità di ognuno.

Sebbene la maggior parte delle muffe non sia pericolosa, può colpire alcune persone più fragili di altre, causando reazioni allergiche, come rinite o asma, irritazione degli occhi, del naso, della gola o dei polmoni. Anche stanchezza cronica e mal di testa sono sintomi.

Molti tipi di funghi o muffe possono produrre tossine, ma solo in determinate condizioni di crescita. Fortunatamente, le infezioni gravi sono molto rare.

Sebbene la muffa  del bagno  possa apparire nera, tende a svilupparsi su materiali ad alto contenuto di cellulosa, come quelli utilizzati per l’edilizia. La vigilanza è quindi essenziale!

Mentre è più comune trovare la muffa nella doccia o negli angoli del bagno, anche il WC è un terreno fertile a causa dell’umidità e del caldo. La muffa si anniderà così più facilmente in alcuni spazi difficili da pulire, come ad esempio lo scarico del WC. Scopri ora come eliminarli definitivamente.

Bicarbonato di sodio e aceto bianco

Bicarbonato di sodio

Liquido detergente sicuro per mantenere i tuoi interni in modo naturale, l’aceto bianco è noto per eliminare fino all’80% delle specie di muffe, grazie alle sue proprietà sgrassanti e disinfettanti. Da parte sua, il bicarbonato di sodio è anche un potente antibatterico e antimicrobico che viene facilmente utilizzato per tutti i tipi di macchie ostinate. La miscela dei due risulterà particolarmente efficace nel rimuovere lo sporco e dire addio alla muffa.

Ecco come eliminare la muffa dal WC

Versare una tazza di aceto nel water e un’altra nel serbatoio o sciacquare.

Cospargere bicarbonato di sodio e acqua nella toilette, chiudere il coperchio e lasciare agire per 1 ora.

Aprire il coperchio e strofinare con lo scopino su tutta la superficie e sui bordi.

Lasciare agire per circa 15 minuti e tirare lo sciacquone. Pulite la superficie utilizzando un panno imbevuto di aceto bianco.

Per mantenere il WC pulito e privo di muffe, aggiungi una tazza di aceto bianco nel serbatoio 2 o 3 volte a settimana.

Olio dell’albero del tè

Olio dell'albero del tè

Gli specialisti della Mayo Clinic spiegano che il tea tree oil è un olio essenziale ottenuto vaporizzando le foglie dell’albero del tè australiano. Ha diversi benefici per la salute, in particolare grazie alle sue proprietà antifungine: può essere applicato direttamente sulla pelle per trattare le imperfezioni della pelle ed è efficace anche per la cura dei piedi. Quando si tratta di pulire, come fungicida naturale, l’olio dell’albero del tè attaccherà senza pietà funghi, batteri e muffe.

Mescola circa 500 ml di acqua e 10 gocce di olio di tea tree in un flacone spray.

Spruzzare su muffe e funghi e sull’intera superficie interna della toilette.

Lasciare agire per 5-10 minuti e strofinare con uno scopino.

Tirare lo sciacquone e risciacquare.

Puoi anche pulire con un panno imbevuto di aceto bianco dopo aver tirato lo sciacquone per la prima volta. Dopo l’applicazione, ricordarsi di tirare nuovamente lo sciacquone.

Perossido di idrogeno

Altro ingrediente dal forte potenziale sgrassante e smacchiante, l’acqua ossigenata è in grado di eliminare ogni tipo di batterio. Questo liquido infatti non è dannoso per l’ambiente e possiede ottime proprietà antifungine, antibatteriche e antivirali. Resta comunque un agente corrosivo e sbiancante da maneggiare con cautela. Meglio indossare guanti per l’applicazione.

Spruzzare il perossido di idrogeno sulle aree ammuffite e lasciare agire per 15-30 minuti.
Strofinare con una spazzola e tirare l’acqua per risciacquare.

Perossido di idrogeno

Applica tutti questi suggerimenti per pulire il tuo WC ed eliminare la muffa nera senza sforzo. Ciò manterrà il tuo bagno pulito e privo di germi… senza dover passare ore a strofinare invano!

NB: se nessuna di queste soluzioni dovesse darti un risultato veramente soddisfacente, ti consigliamo di utilizzare una miscela di una tazza di candeggina per 4 litri di acqua in modo da eliminare completamente la muffa nera dai WC e dalle altre superfici.

Copy