Press ESC to close

Come rimuovere il calcare dal serbatoio del ferro?

Non ci illudiamo, stirare non è un compito domestico molto piacevole. Per molti questa attività non solo è faticosa, ma anche molto noiosa. Tuttavia, bisogna riconoscere che per sfruttare al meglio le proprie camicie e altri capi preferiti, che si sgualciscono troppo facilmente, il ferro è un vero salvatore. Tuttavia, come altri elettrodomestici, con l’uso non è immune da alcuni problemi comuni (come il calcare nel serbatoio). E ammettilo che quando non funziona più correttamente c’è un po’ di panico!

Piaccia o no, col tempo, il ferro si riempie di calcare. La causa sono i residui di calcare dell’acqua del rubinetto che viene versata nel serbatoio: il calcare si incrosterà così sulla piastra dell’apparecchio e i depositi di calcare interromperanno il flusso del vapore. Il malfunzionamento è quindi inevitabile. Non solo la stiratura non sarà ottimale, ma c’è anche il grosso rischio di vedere la comparsa di aloni gialli o biancastri sui vestiti. Inoltre, se non decalcificate regolarmente il vostro dispositivo, non sarà operativo a lungo!

Eliminare tartaro e calcare è possibile. Per far sì che il tuo ferro rimanga efficiente più a lungo, ti sveliamo alcuni metodi naturali semplici ed economici.

Piastra di ferro

logo di Pinterest

Lamiera di ferro – Fonte: spm

Pulisci la piastra del ferro

Con un batuffolo di cotone

I cotton fioc sono un’ottima alternativa casalinga per pulire a fondo i fori della piastra e facilitare la fuoriuscita del vapore. Come probabilmente saprai, il calcare tende a intasarli e quindi ad impedire al vapore di fuoriuscire correttamente. Senza contare che un accumulo di calcare e tartaro rischia di danneggiare il dispositivo.

Questa soluzione è quindi molto semplice: prendi un batuffolo di cotone e imbevilo di aceto bianco, un potente prodotto anticalcare e anticalcare. Le dimensioni ridotte dello stick consentono di arrivare facilmente in prossimità dei fori ostruiti. Basta passarlo delicatamente sui fori della piastra e lasciarlo agire. Noterai subito la differenza!

Lastra di ferro cotto - provenienza: spm

logo di Pinterest

Lastra di ferro cotto – Fonte: spm

Se la piastra è bruciata

Se la piastra presenta segni di bruciature, macchie o incrostazioni potrebbero ostacolare l’evacuazione del vapore.  Esistono diversi metodi per rimuovere queste macchie . In particolare questo che vede protagonista il potente duo: bicarbonato e limone. Due ingredienti naturali rinomati per i loro benefici disincrostanti e sgrassanti.

In una piccola ciotola mettete 2 o 3 cucchiai di bicarbonato di sodio e aggiungete qualche goccia di limone fino a formare una pasta. Quando notate le bolle, prendete una spugna e passate l’impasto sulla piastra calda. Sciacquare e asciugare. Con la piastra ancora calda, passate una candela. La cera aiuterà a rimuovere il tartaro. Successivamente pulire con un panno pulito per rimuovere l’eccesso.

 

Ferro

logo di Pinterest

Ferro – Fonte: spm

Pulisci il serbatoio del ferro

Ti è mai capitato di svuotare il serbatoio e trovare piccoli detriti bianchi piuttosto duri? È proprio il calcare che si è depositato e che può compromettere il buon funzionamento del ferro. Ecco come togliere il calcare dal serbatoio!

ATTENZIONE: per sicurezza, assicurarsi sempre di scollegare la spina prima di iniziare la pulizia.

Con aceto bianco

L’aceto ha proprietà sgrassanti e deodoranti, inoltre svolge una potente azione anticalcare. Questa virtù del tutto naturale lo rende adatto per pulire a fondo il serbatoio del ferro. Per utilizzarlo, unire parti uguali con acqua. Devi adattarti alle dimensioni del tuo acquario. Una volta che la temperatura si sarà alzata, procedere facendo uscire tutto il vapore dalla piastra. Noterai che uscirà più facilmente.

NB: se non ti piace l’odore dell’aceto, aggiungi 1 o 2 gocce del tuo olio essenziale preferito.

Con acido citrico

L’acido citrico è un composto derivato dagli agrumi, è una straordinaria alternativa all’aceto e ha un impatto ancora più ecologico sull’ambiente. Ha proprietà detergenti, anticalcare e disincrostanti. Ecco perché puoi usarlo tranquillamente per rimuovere il calcare dal ferro. È sufficiente sciogliere 200 g di acido citrico in 1 litro di acqua tiepida (in modo che si dissolva meglio).

Con acqua demineralizzata

Si trova in tutti i supermercati: è acqua priva della sua componente salina. Pertanto è particolarmente indicato nelle situazioni in cui è necessaria un’acqua priva di calcare.

Ecco perché il suo utilizzo nel ferro è un ottimo sistema di prevenzione. La tua biancheria verrà stirata più facilmente e il tuo elettrodomestico non verrà danneggiato.

Ti consigliamo di seguire sempre le istruzioni fornite dal produttore. In caso di difetto consultare uno specialista.

Copy