Press ESC to close

Come deodorare, sturare e profumare l’aspirapolvere in 3 passaggi?

Per quanto pratico, l’aspirapolvere non è immune da alcuni inconvenienti come i cattivi odori. A causa di diversi fattori, come lo sporco che accumula nella borsa, può produrre un odore sgradevole. Niente panico ! Ecco una soluzione al problema che ti sorprenderà con la sua facilità.

Il tuo aspirapolvere inizia a puzzare? Non importa ! Il metodo che condividiamo con te non potrebbe essere più semplice e risolve il problema in pochissimo tempo. Senza ulteriori indugi, scoprite il consiglio geniale per trovare un elettrodomestico pulito e con un buon profumo.

Aspirapolvere puzzolente

Perché l’aspirapolvere ha un cattivo odore?

I motivi per cui un aspirapolvere puzza sono numerosi e solitamente sono spiegati da alcuni fattori come:

  • L’accumulo di sporco, batteri e polvere all’interno del sacchetto raccoglipolvere, del filtro e del tubo
  • Capelli o peli di animali o anche i residui di cucina possono contribuire alla formazione di cattivi odori
  • All’interno dell’aspirapolvere può formarsi della muffa. Questo è ciò che accade, ad esempio, quando si aspira un tappeto bagnato.
  • Mancanza di manutenzione regolare

Passaggio 1: deodorare l’aspirapolvere

Una certa polvere multiuso ecologica si presenta spesso quando si tratta di assorbire gli odori. Stiamo ovviamente parlando del bicarbonato! Per neutralizzare gli odori fastidiosi, questo ingrediente è giustamente uno dei protagonisti dei deodoranti naturali. Nella maggior parte dei casi, è un assorbitore di odori molto efficace e non è l’odore dell’aspirapolvere che gli resisterà!

Bicarbonato di sodio

Una volta aspirato dall’apparecchio, il bicarbonato aiuterà a combattere i germi e i microbi presenti al suo interno e sarà solo questione di tempo prima che i cattivi odori scompaiano. Come farlo ?

  1. Basta stendere l’equivalente di una bustina di bicarbonato su un pavimento pulito;
  2. Attiva la modalità standard del tuo aspirapolvere quindi aspira la polvere come faresti ovviamente con la polvere. È anche una tecnica perfetta contro la muffa perché il bicarbonato agisce molto bene contro di essa.
  3. Lasciarlo agire per alcune ore o anche durante la notte. Il giorno dopo, gli odori sgradevoli dell’aspirapolvere non saranno altro che un brutto ricordo!

Tieni presente che, sebbene questo suggerimento funzioni nella maggior parte dei casi, il bicarbonato di sodio non funziona in tutte le situazioni. Se, ad esempio, il tuo aspirapolvere è completamente intasato, dovrai pensare ad altri approcci. Ma ripeto, nulla di insormontabile. Bisogna solo vedere se il problema risiede in un tubo intasato o in una spazzola particolarmente sporca. In questo caso, ecco cosa puoi fare:

Passaggio 2: sbloccare l’aspirapolvere

  1. Inizia rompendo il tubo o il tubo di aspirazione;
  2. Osservare entrambe le estremità del tubo. Se vedi dei blocchi, usa il manico di una scopa per rimuoverli. Tuttavia, assicurati di farlo delicatamente;
  3. Riempi una bacinella o un lavandino con acqua fredda e un cucchiaio di detersivo per piatti, quanto basta per bagnare il tubo (in alternativa puoi sostituire il detersivo per piatti con aceto bianco o semplicemente aggiungere quest’ultimo all’acqua saponata. Il succo di limone è un’altra alternativa);
  4. Lasciare agire per circa trenta minuti o anche 2 ore;
  5. Sciacquare delicatamente con acqua fredda;
  6. Lascia asciugare la pipa per un giorno intero o, se possibile, per tutta la notte.

Se il tuo dispositivo è dotato di filtro, è necessario rimuoverlo e quindi risciacquarlo con acqua calda prima di lasciarlo asciugare all’aria. Si consiglia inoltre di cambiare regolarmente il filtro.

Naturalmente non dimentichiamo la spazzola dell’aspirapolvere che è comunque direttamente esposta allo sporco. Quando non hai l’abitudine di pulirlo e lo osservi, beh…non è un bel vedere! Anche in questo caso, oltre alla pulizia regolare, potete contare su una buona miscela di acqua e aceto bianco per igienizzarlo e pulirlo adeguatamente. Basta una bella passata di un panno in microfibra imbevuto nella soluzione e il gioco è fatto.

Passaggio 3: profumare l’aspirapolvere

Il tuo aspirapolvere è finalmente completamente pulito e vuoi anche che abbia un buon profumo evitando la formazione di cattivi odori? Anche in questo caso, i consigli della nonna sono i tuoi migliori alleati!

Oli essenziali

Gli oli essenziali non sono solo un capriccio olfattivo! Sono ottimi anche contro le muffe, soprattutto timo e citronella.

Olio essenziale di citronella
  • Diluire 30 gocce di olio essenziale in 1 litro d’acqua quindi versare la soluzione in uno spruzzino;
  • Aggiungi un cucchiaino di bicarbonato di sodio;
  • Spruzzare l’interno del sacchetto dell’aspirapolvere. Se hai un aspirapolvere senza sacchetto, spruzza il bidone (Evitiamo comunque di bagnare l’aspirapolvere in modo che si asciughi correttamente e velocemente!)
  • Non resta che aspirare e unire l’utile al dilettevole.

Puoi anche utilizzare l’aspirapolvere integrandovi delle bustine di tè. Ancora una volta, ti piace un aroma gradevole.

Cannella

Niente oli essenziali? Se hai la cannella a casa, allora perfetto… hai un’alternativa straordinaria all’odore insolito! Metti semplicemente un cucchiaino di cannella in polvere all’interno del sacchetto per la polvere. Passando l’aspirapolvere in casa, non sarà solo il tuo elettrodomestico ad avere un buon profumo.

Tieni presente inoltre che oltre a profumare il tuo dispositivo, la cannella è anche un ingrediente antibatterico . Non per niente lo troviamo come olio essenziale!

Adottando queste buone abitudini, non solo profumerai il tuo aspirapolvere, ma ne aumenterai anche la durata.

Copy