Press ESC to close

Come asciugare il bucato più velocemente?

In inverno, se non si dispone di un’asciugatrice, si è costretti a stendere i vestiti in alcuni angoli caldi della casa, al riparo dall’umidità e dalla pioggia. E basti dire che spesso è una seccatura. Indipendentemente dalla posizione, occupano spazio e l’asciugatura richiede molto tempo. Tuttavia, esistono alcuni metodi molto efficaci per asciugare il bucato più velocemente. Scoprili!

Alcuni consigli per asciugare il bucato più velocemente

Per asciugare la biancheria

Per facilitare l’asciugatura della biancheria, una delle migliori opzioni è utilizzare una funzione poco utilizzata nella  lavatrice  stessa. Parliamo qui, appunto, della funzione di centrifuga della lavatrice che di conseguenza riduce i tempi di asciugatura della biancheria. Tuttavia, questa opzione viene spesso sottovalutata, o addirittura evitata, dalla maggior parte delle persone che temono che i propri vestiti risultino completamente stropicciati. Per evitare l’incombenza della stiratura, concentrati soprattutto sulla centrifuga che resta un elemento fondamentale per un’asciugatura ancora più rapida. Infatti, soprattutto se eseguita ad alta velocità, eliminerà efficacemente l’acqua in eccesso dai tessuti e ti farà risparmiare tempo durante l’asciugatura.  Inoltre, per limitare il più possibile l’uso del ferro, una volta tolti i vestiti dalla macchina, abbiate cura di stenderli e stenderli con cura per evitare possibili pieghe.

Oltre alla  centrifuga della lavatrice , da adottare sempre in via prioritaria, il metodo più indicato per asciugare velocemente i propri capi è posizionare lo stendino direttamente davanti al termosifone, al forno caldo o al caminetto (con attenzione corso). !). In più, questo eviterà la formazione di cattivi odori causati dal ristagno di umidità tra i tessuti. Altro accorgimento importante: mantenere sempre una certa distanza tra i vestiti appesi.  Questo fattore viene spesso trascurato, ma se i vestiti non hanno abbastanza spazio e ventilazione, se sono impilati o troppo vicini tra loro, impiegheranno molto più tempo ad asciugarsi.  Assicurati quindi di rispettare questa distanza e disporli correttamente sul filo.

Per informazioni

Quando si asciuga la biancheria davanti a una stufa, assicurarsi innanzitutto che la stanza sia perfettamente ventilata. Perché il calore può intensificare l’evaporazione dell’umidità e causare muffe.

Perché il bucato si asciuga più velocemente quando fa freddo?

Il bucato si asciuga più velocemente quando fa freddo perché l’aria fredda contiene meno umidità. Quando si stende il bucato ad asciugare, l’umidità contenuta nel bucato evapora nell’aria. Se l’aria è già umida, è più difficile che evapori, quindi il bucato impiegherà più tempo ad asciugarsi. D’altra parte, se l’aria è secca, è più facile che l’umidità evapori, il che significa che il bucato si asciugherà più velocemente. In sintesi, più l’aria è fredda e secca, più velocemente il bucato si asciugherà.

Qual è il posto migliore per asciugare la biancheria a casa?

Metti la biancheria nell'asciugatrice

Inutile dire che è fondamentale posizionare la griglia in un ambiente ventilato e soprattutto non umido. Se vivi in ​​una casa dove c’è umidità in ogni  stanza , il posto più adatto è il bagno. Qui, il calore emanato dai termosifoni e dalla doccia faciliterà l’asciugatura dei panni stesi. Ma se non ha una finestra, la ventilazione non sarà ottimale. Ricordatevi quindi sempre di deumidificare la stanza dove installerete lo stendino. Ricordare che meno la biancheria è umida, più velocemente si asciugherà. Idealmente, sarebbe più saggio asciugare i vestiti durante il giorno per beneficiare della luce del giorno e accelerare così il processo. Ecco perché è consigliabile optare per la stanza più soleggiata possibile!

Non hai un deumidificatore in casa? Perché non crearne uno fai da te? Tieni presente che 150 g di sale grosso saranno sufficienti per deumidificare un ambiente di circa 25 mq. In più, puoi riutilizzarlo più volte evitando così la proliferazione di muffe.

Ecco i passaggi da seguire:

  1. Versate 150 g di sale grosso in una ciotola e lasciatela raffreddare per una notte in frigorifero.
  2. Il giorno successivo, mettete il sale sul fondo di un imbuto (una bottiglia di plastica da 1,5 litri).
  3. Metti il ​​contenitore nella stanza umida e attendi qualche giorno affinché il sale faccia effetto. Assorbirà gran parte dell’umidità presente.
  4. Appena notate che il sale è diventato scuro o molto umido, sostituitelo. L’ideale sarebbe rinnovarlo dopo quattro giorni.
  5. Allo stesso tempo, non dimenticare di ventilare la stanza ogni giorno, mattina e sera. La ventilazione naturale è fondamentale per limitare i livelli di umidità e prevenire lo sviluppo di odori sgradevoli.

Inoltre, contro l’umidità, potete procurarvi anche delle lampade di sale. Non sono solo decorativi, ma soprattutto molto utili per migliorare la qualità dell’aria. Allo stesso modo, alcune piante da interno sono note per assorbire l’umidità e purificare l’aria ambientale, come le orchidee, i ficus, l’edera rampicante, la Tillandsia o anche la felce di Boston.

Copy