Press ESC to close

4 modi per riciclare l’acqua di cottura delle patate

Quando cuciniamo le patate, tutti noi abbiamo il riflesso di versare l’acqua di cottura nel lavandino. Questo è sbagliato. Non hai idea di quanto sia prezioso questo liquido e di come puoi riciclarlo in casa. Segui la guida per saperne di più!

Poiché le patate rilasciano nell’acqua una quantità significativa di micronutrienti salutari, sarebbe molto più saggio preservare questo liquido per riciclarlo in molteplici modi. Scopri perché è necessario prendere l’abitudine di risparmiare quest’acqua con attenzione.

Come riciclare l’acqua di cottura delle patate?

Cucinare le patate 

L’acqua in cui sono state bollite le patate è ricca di micronutrienti: potassio, ferro, magnesio, fosforo, calcio, fibre, amido e vitamine (A, B, E e K). Sarebbe un grande spreco liberarsene, quando è possibile utilizzarlo ampiamente per una moltitudine di usi interessanti. Quindi, recuperando quest’acqua di cottura, si può fare ad esempio il dado da brodo: condirlo con erbe e aromi, raffreddarlo e versare questo liquido nelle vaschette del ghiaccio per congelarlo. Questo vi sarà molto utile per le vostre prossime preparazioni culinarie. Quest’acqua è nota anche per le sue proprietà purificanti. È quindi un ottimo alleato per la manutenzione della casa, a partire dalla pulizia dei wc.

Per rimuovere il calcare

Dopo aver cucinato le patate per un pasto, non versare l’acqua di cottura nel lavello della cucina. Aspettate che si raffreddi e versatelo in un altro contenitore. Potrai quindi utilizzarlo per rimuovere  il calcare  e i depositi di sporco nel WC. Il metodo è molto semplice: versare il liquido direttamente nella tazza del wc e lasciarlo agire per circa 15 minuti senza sciacquare. Quindi pulire con una spazzola speciale e risciacquare. Questo è tutto: i tuoi bagni ora sono perfettamente puliti!

Stesso principio, quest’acqua di cottura può essere utilizzata come disincrostante per il lavandino o per i rubinetti del bagno. Abbastanza per far brillare tutti i bagni!

 

Cuocere le patate

L’acqua di cottura delle patate può quindi essere riciclata  in vari modi.

Per disinfettare il bollitore

È ideale per disinfettare il bollitore. Basta versarlo nell’utensile e farlo bollire. Quindi sciacquare più volte il bollitore. I depositi di calcare e calcare possono essere rimossi molto più facilmente.

Per pulire l’argenteria

Questo liquido è un prezioso alleato per pulire e lucidare l’argenteria. Ciò è dovuto all’acido ascorbico (vitamina C) presente nelle patate. Le tue posate e i tuoi gioielli in argento sono opachi e grigiastri? Per ripristinare l’antica lucentezza, il trucco è molto semplice: basta immergere un panno pulito in quest’acqua di cottura e strofinare delicatamente le vostre posate. L’acido scioglierà immediatamente tutti i residui di sporco e ripristinerà la lucentezza perduta.

Per pulire il pavimento

La tua piastrella è unta e macchiata? Quindi sostituisci i tuoi prodotti chimici con l’acqua di patate, è anche molto adatta per questo tipo di pulizia. Versate quindi il liquido ancora caldo nel solito secchio e usate lo spazzolone per strofinare il pavimento. Lasciare agire per dieci minuti prima di risciacquare. Risultato garantito!

Per nutrire i capelli

Quest’acqua concentrata in micronutrienti può anche nutrire i tuoi capelli. Puoi anche usarlo come balsamo per far brillare i capelli e rinforzare la fibra capillare. Una volta raffreddato versatelo in una bottiglia o in una bottiglietta spray. Lavare i capelli come al solito e poi spruzzare il liquido sul cuoio capelluto, prima di risciacquare. Questo trattamento dovrebbe essere applicato 2 volte a settimana per ottenere i migliori risultati.

Per prevenire la comparsa di erbe infestanti

Infine, essendo ricca di minerali, l’acqua di cottura delle patate rappresenta una fonte di nutrimento essenziale per le piante. Potrai quindi utilizzarlo per annaffiare le piante del giardino, dell’orto o dei vasi installati sui tuoi  balconi  e terrazzi. Inoltre, grazie all’amido contenuto in quest’acqua, eviterà lo sviluppo di erbacce indesiderate nel giardino. È quindi un metodo naturale al 100% che non danneggerà l’ambiente.

Per informazioni

Importante:  per utilizzare l’acqua di cottura sulle vostre piante, assicuratevi di non aggiungere sale e di farla raffreddare bene prima dell’applicazione.

Copy